monumento sinti e rom assassinati: anche italiani

Nel monumento ai Sinti e Roma tra il Reichstag e la Porta di Brandenburgo
si trovano dei riferimenti a due localitá italiane, Perdasdefogu e Tossicia,
che sono stati luoghi dove persone sono state perseguitate dai fascisti italiani
in quanto “zingari”, dal punto di vista dei carnefici.

Qui potete trovare 

  • un breve schema che riassume le principali misure persecutorie
    del fascismo italiano nei confronti di persone considerate “zingari”
    e inquadra le due localitá;
  • una bibliografia qualificata sulle persecuzioni di queste persone
    in Italia e in Germania e in generale sui Rom e Sinti.
     

    Claudio Cassetti

This entry was posted in in italiano, monumento sinti rom, sinti e rom. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.