museo sulla presa del potere

„ La neve in Italia é alta fino a lá“ così Anton, il figlio del sindacalista Johann Schmaus, urlava alzando il braccio teso verso le SA del suo quartiere  che passavano dall’altra parte della strada

Rivivere esperienze umane e capire drammatici mutamenti della societá nel Museo della Settimana di Sangue di Berlino Treptow-Köpenick

“Le torture erano tali che nella cappella si trovavano brani di carne e di cervello e pozze di sangue che trapelavano da sotto la porta” Le tracce invisibili di questi orrori e delle persone che li hanno sofferti o perpetrati sono percepibili in questo piccolo ex carcere, luogo principale della cosiddetta “settimana di sangue” in uno dei piú grandi quartieri di Berlino, Treptow-Köpenick. Lì nel giugno 1933 le SA del quartiere scatenarono una eruzione di violenza contro i nemici politici veri o presunti tali, nel corso dell’ ultima grande purga politica il cui obiettivo iniziale era anche l’estrema destra non nazista e in questo modo il compimento della violentissima presa del potere nazionalsocialista. Un luogo affascinante, ma anche piccolo e quindi non dispersivo, per capire meglio non solo momenti centrali e complessi del mutamento in ogni società ma anche per accostarsi alle esperienze della famiglia Schmaus e di altre persone come noi, anche di chi vive oggi in quel quartiere
http://www.gedenkstaette-koepenicker-blutwoche.org/de/geschichte/info-italiano.html

Claudio Cassetti

This entry was posted in in italiano, musei guida, nazionalsocialismo, testimonianze & luoghi. Bookmark the permalink.

1 Response to museo sulla presa del potere

  1. Pingback: Un museo vivo sulla presa del potere | learndemocracyinberlin

Comments are closed.